Riminidamare

In barca sotto il “Ponte del Diavolo”.

“Un ponte sul porto collega mari e terre,

crea più varchi sul confine,

traccia i passaggi e dispone gli approdi,

riduce le distanze sopra lo scorrere del tempo”.


Attraversare le possenti arcate di uno dei monumenti simbolo della romanità più antichi al mondo, immersi in un’atmosfera magica e senza tempo, a bordo di una barca a remi o a motore, è un’esperienza unica e indimenticabile.

Nel corso dell’anno, in occasione di alcuni eventi e manifestazioni, è possibile ammirare da “prospettive diverse” quell’antico ponte millenario iniziato dall’imperatore Augusto nel 14 d.C. e completato da Tiberio nel 21 d.C. in quella che allora era la città di Ariminum.

Nonostante i suoi duemila anni il Ponte di Tiberio, che ha superato piene del fiume, guerre e terromoti, è ancora oggi l’unico collagamento tra la città e il Borgo San Giuliano e continua a sostenere ogni giorno il peso dell’intenso traffico cittadino.

Ed è proprio intorno al mito della sua indistruttibilità che sono nati racconti e leggende popolari, come quella del “Ponte del Diavolo”.

Si racconta che Tiberio, temendo di non riuscire a terminare i lavori per la costruzione di quell’imponente opera iniziata dal padre, dopo aver invocato invano tutti gli dei chiese aiuto al Diavolo e con lui fece questo patto: la costruzione di un ponte solido e forte in cambio dell’anima della prima persona che lo avesse attraversato.

Il Dio delle Tenebre accettò e costruì un ponte indistruttibile in una sola notte.

Il giorno dell’inaugurazione, quando il corteo era pronto per la parata, Tiberio pensò come rispettare il patto con il Diavolo ma allo stesso tempo risparmiare l’anima di uno dei suoi uomini, così ordinò che il primo ad attraversare il ponte fosse un cane, in segno propiziatorio.

Il Diavolo, in collera per l’affronto subito, decise di vendicarsi distruggendo l’opera, ma non ci riuscì,  lui stesso l’aveva resa in grado di resistere a qualsiasi forza. Così se ne andò sconfitto.

Se anche voi non volete perdervi durante una vacanza a Rimini un’escursione in barca nelle acque dell’invaso del Ponte Tiberio, per ammirare la bellezza di questo gioiello architettonico da diverse angolazioni, rivolgetevi a:

Associazione Marinando
Tel: 0541 704415

Cell. 329 2103329

Sul sito www.marinando.org potete trovare informazioni su tutte le iniziative proposte per l’Estate 2015.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>